“Per favore, dateci il tempo di fare il nostro lavoro. Non sto parlando di aspettare 20 anni. So che sarò seduto qui tra quattro anni e avremo già vinto un titolo. Ne sono convinto”.

(Jurgen Klopp – 9/10/2015)

Mi sono dovuto “assentare” in questo periodo per motivi lavorativi ma eccomi di nuovo qui, con le mani sulla tastiera a scrivere qualche riga su chi sta scrivendo la storia.

Torno rendendo omaggio ad un personaggio unico, inimitabile, uno di quelli genuini e carismatici, che sanno “andare oltre”. Lo fece ai tempi del Borussia Dortmund e si sta ripetendo anche ora, a Liverpool.

Jurgen Klopp si è insediato sulla panchina Reds nell’ottobre 2015 chiedendo semplicemente una cosa: avere pazienza. Il virgolettato citato sopra è molto chiaro e trasmette quello che chiamo il Potere dell’Intenzione, il volere tanto fortemente un qualcosa da ottenerla. Un qualcosa di più del modesto pensiero positivo, è l’essere che diventa congruente con se stesso e con quello che lo circonda.

In cinque anni Klopp ha costruito una macchina praticamente perfetta, con giocatori di primissimo livello adatti al suo modo di giocare: veloce, tecnico, aggressivo. Una Champions League sfiorata nel 2018 e poi vinta l’anno successivo, un mondiale per club ed uno storico scudetto vinto qualche settimana fa, battendo ogni record. Possiamo chiamarla magia ma penso sia più frutto della volontà di un uomo che ha saputo rianimare la mentalità vincente di un grandissimo club, da troppo tempo sopita.

Grazie Jurgen. Grazie perchè nella tua carriera non hai dato soltanto lezioni di calcio ma anche di vita: hai dimostrato di poter vincere con squadre che in passato hanno attraversato momenti meno buoni, hai dimostrato che dopo la notte c’è sempre il sole che sorge.

Rubrica – Esempi di Kaizen: Jurgen Klopp

Valerio Spadoni

Sono Valerio Spadoni, Talent Scout e Responsabile Area Scouting nel mondo del calcio, Profiler in Motivazione Scientifica e grande appassionato di Crescita Personale e delle filosofie Orientali. Mi piace viaggiare, ascoltare musica e leggere libri. Grazie al mio lavoro e alle mie passioni ho dato vita al blog Football Kaizen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *